I #minibond più che innovazione sembrano una serpercazzola!

10 marzo 2015 § Lascia un commento

Questo post prende spunto dal Primo Report italiano sui Mini-Bond a cura dell’Osservatorio Mini-Bond del Politecnico di Milano.

I mini-bond sono stati introdotti in Italia grazie ad una serie di “innovazioni normative” che fra il 2012 e il 2013 hanno permesso alle PMI di  raccogliere capitale attraverso strumenti che erano riservati alle grandi imprese e alle società quotate.

L’intento era evidente: fornire alle PMI – con esclusione delle microimprese – un canale addizionale di finanziamento per la crescita, vista la minore disponibilità di credito bancario. « Leggi il seguito di questo articolo »

Per il Pos obbligatorio c’è SOLO una soluzione!

10 marzo 2015 § Lascia un commento

Mano pesante per professionisti, commercianti e artigiani privi del Pos, sanzioni fino a 1.500 euro e sospensione dell’attività per chi non si adegua. Lo scorso 30 giugno è scattato l’obbligo di accettare il Pos per pagamenti in moneta elettronica oltre i 30 euro.

Quali sono le sanzioni:

  • Ammenda di 500 euro per chi è sprovvisto di Pos, a rilevare l’irregolarità può essere la Guardia di Finanza o i clienti segnalando l’irregolarità alle aurorità.
  • Pagata la sanzione si hanno 30 giorni per adeguarsi e 60 giorni per comunicare alla Gdf l’avvenuta installazione.
  • In caso di mancato adeguamento o comunicazione scatta una seconda ammenda, questa volta di mille euro, e l’esercente o professionista ha ancora un mese di tempo per mettersi in regola.
  • Per i più refrattari scatta infine la sospensione dell’attività professionale o commerciale sino al completo adeguamento alla normativa in materia.

« Leggi il seguito di questo articolo »

#Donne e #startup un binomio vincente! (#8marzo delle #startup)

8 marzo 2015 § Lascia un commento

Dall’ultimo report trimestrale di InfoCamere risulta che: sono 397 le startup innovative femminili (12.5% del totale) e 242.441 le società di capitali femminili (16.3% del totale).

Una delle startup in rosa più promettenti degli ultimi tempi è la Brandon Ferrari fondata da Paola Marzario. Brandon Ferrari accompagna e supporta le aziende italiane nel mercato e-commerce è un distributore online che seleziona i brand italiani noti o ad alto potenziale e gestisce per loro le campagne di vendita sui siti di e-commerce nel mondo.
Fondata nell’agosto 2012, Brandon Ferrari nel 2013 raggiunge un fatturato di 2,7 milioni di euro. E la previsione per il 2014 era di 4 milioni di euro. Risultati, questi, che la spingono nella top 10 delle 35 start up milionarie d’Italia, secondo i dati del Registro delle Imprese Innovative. « Leggi il seguito di questo articolo »

Alcuni esempi di mission statement

5 marzo 2015 § Lascia un commento

Google mission statement 2013

“Google’s mission is to organize the world’s information and make it universally accessible and useful.”

Apple mission statement 2013

“Apple designs Macs, the best personal computers in the world, along with OS X, iLife, iWork and professional software. Apple leads the digital music revolution with its iPods and iTunes online store. Apple has reinvented the mobile phone with its revolutionary iPhone and App Store, and is defining the future of mobile media and computing devices with iPad.” « Leggi il seguito di questo articolo »

Un elemento essenziale per ogni azienda di successo

5 marzo 2015 § Lascia un commento

Ogni azienda/organizzazione di successo deve avere una vision definita chiaramente e che resti impressa nella mente.

Una delle migliori definizioni di Vision è presente in questo sito ed è la seguente:

Vision is a statement that expresses organization’s ultimate objectives.”

It is very important for any organization to have clear and attainable long-term vision; the statement that guides every chief executive, manager or employee in achieving the same organizational objective. A vision statement asks ‘What does our business want to become?’ and usually is a one sentence, inspirational, clear and memorable statement that expresses company’s desired long-term position. It motivates employees to make extra effort and usually results in higher performance. Because money rewards only partly motivates employees, it is important to use other tools such as vision statement to increase their motivation.

The statement also indicates what resources, competencies and skills will be needed to achieve the future objective. This way it guides decision-making and resource allocation more effectively.

Alcuni esempi

Chevron: To be the global energy company most admired for its people, partnership and performance.

Feeding America: A hunger-free America

Habitat for Humanity: A world where everyone has a decent place to live.

Microsoft: A computer on every desk and in every home

Save the Children: Our vision is a world in which every child attains the right to survival, protection, development and participation.

Quali soluzioni per la #FatturaPA

4 marzo 2015 § Lascia un commento

Il contenuto di questo articolo è frutto di un’elaborazione di un eccellente post di Giovanni Mameli.

Soluzioni “cloud”

  •  gov.it(link) Sito ufficiale agenzia delle entrate c’è un “simulatore” che si può usare per “ottenere” e “verificare” il file xml
  • Fattura PA Avvocati(link) app web gratuita che consente anche su smartphone di compilare la fattura in formato XML. Non si occupa di controllo, firma digitale, invio al sistema di interscambio e conservazione sostitutiva.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Per Microsoft, Altea e Alterna nel 2016 il 70% delle aziende sceglierà il cloud. Siete d’accordo?

3 marzo 2015 § Lascia un commento

In un convegno tenutosi al prestigioso Microsoft Innovation Technology Center che ha visto come relatori: Microsoft, Altea e Alterna, si è discusso del binomio cloud e aziende. La visione risultante dal convegno ha un orizzonte di circa un anno e vede il 70% delle aziende dotate della tecnologia cloud.

Il punti di forza del cloud:

  • la riduzione dei costi – principio dell’ “As a service” libera le imprese dagli oneri di un investimento massivo;
  • assenza di investimenti iniziali;
  • una buona visibilità dei costi complessivi;
  • efficienza – le aziende possono disporre di una piattaforma in grado di gestire applicazioni, macchine e intere infrastrutture, con tutte le garanzie di sicurezza, flessibilità e scalabilità;
  • aggiornamento costantemente e allineato all’evoluzione dei business;

« Leggi il seguito di questo articolo »

  • Follow Universo PMI on WordPress.com
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

    Segui assieme ad altri 116 follower

  • Seguimi su Twitter

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 116 follower